All’iscrizione lo studente può scegliere l’indirizzo prioritario che intende dare alla serie di lezioni che si svolgeranno durante l’intero anno solare secondo un calendario personalizzato.

Percorsi di studio

a) Approfondimento e incremento del proprio repertorio

Il programma del corso è a libera scelta dello studente. Sarà particolarmente posto l’accento sullo sviluppo di una buona metodologia di studio, sulla tecnica di lettura a prima vista e la tecnica di memorizzazione.

È possibile integrare il corso con lo studio della scienza musicale (armonia, contrappunto secondo il metodo di Heinrich Schenker).

b) Gli elementi fondamentali della tecnica pianistica

Molte volte anche un diploma di conservatorio non garantisce quella sovrana padronanza tecnica che è invece indispensabile per chi voglia coltivare il proprio mestiere con immutato piacere e continuo arricchimento interiore.

Un sistematico percorso attraverso tutti gli elementi fondamentali della tecnica pianistica, illustrato da passaggi e brani scelti del repertorio permettono di mettere ordine nel proprio bagaglio e poter esplorare poi con mezzi propri l’infinito mondo creato dai grandi compositore per il pianoforte.

È raccomandato integrare il corso con lo studio della scienza musicale (armonia, contrappunto secondo il metodo di Heinrich Schenker).

c) Polifonia

Vera essenza dell’arte pianistica, la polifonia pone il pianista davanti ai problemi più affascinanti da risolvere.

Incentrato principalmente sull’opera di J. S. Bach sarà in ogni modo possibile approfondire anche aspetti della contrappuntistica del Novecento come p.e. di P. Hindemith o di D. Shostakovitch.

Il corso viene integrato da studi di contrappunto a cura di Martina Stäuble secondo il metodo di Heinrich Schenker.


Le lezioni si svolgono di norma individualmente. Periodicamente ci saranno incontri con tutti gli studenti per approfondire aspetti comuni in lezioni di classe e per esercitazioni in forma di concerto.

Non ci sono esami d'ammissione, è invece previsto un colloquio iniziale per stabilire un piano di studi e l'indirizzo del corso.
Lo studente si può iscrivere a pacchetti di 6, 9 o 12 lezioni, pianificando così l’impegno con la massima libertà secondo le proprie necessità.

© ARS ET LABOR